fotovoltaico caserta, aversa, campania

Nuova Sabatini: ideale per finanziare il tuo impianto fotovoltaico

Introduzione della redazione:
In questo momento di grande destabilizzazione ci teniamo a comunicare la nostra solidarieta’ a tutti gli imprenditori che ci leggono: e’ un momento molto duro e bisogna fare il possibile per resistere, siamo ottimisti che la ripresa e’ vicina!
Siamo stati molto indecisi se sospendere o meno il nostro servizio di informazione. Alla fine ci siamo resi conto che, essendo un po’ tutte le attivita’ rallentate, si ha piu’ tempo per potersi dedicare alle attivita’ di informazione accessorie. Pertanto abbiamo deciso di continuare, sperando di avervi fatto cosa gradita.
Tra le diverse misure finanziarie ad oggi disponibili che consentono di agevolare l’installazione di un impianto fotovoltaico, o più in generale, un intervento di efficientamento energetico, è opportuno ricordare che è ancora disponibile la nuova Sabatini, anche conosciuta come misura beni strumentali, che è stata istituita con il DL n.69 del 21/06/2013 e che è stata prorogata nuovamente nel 2020 con una dotazione finanziaria di circa 100ml di euro.
Vediamo in particolare nello specifico di cosa si tratta. La misura è gestita dal MISE, Ministero dello Sviluppo Economico,e rappresenta un’agevolazione per le PMI che intendono acquistare, o acquisire in leasing, dei beni materiali, vale a dire macchinari, impianti, beni strumentali d’impresa, attrezzature nuovi di fabbrica e hardware, o immateriali, come software e tecnologie digitali, a uso produttivo. Il sostegno alle micro, piccole e medie imprese si traduce in due strumenti:
  • un finanziamento agevolato per investimenti in nuovi macchinari, impianti e attrezzature, quelli che afferiscono all’Industria 4.0 da parte di banche e intermediari finanziari;
  • un contributo statale correlato in conto impianti rapportato agli interessi calcolati sui finanziamenti, parametrato a un tasso di interesse convenzionalmente assunto pari al 2,75% annuo per gli investimenti ordinari e 3,575% per gli investimenti “Impresa 4.0”.

L’investimento può essere interamente coperto dal finanziamento bancario, che deve avere le seguenti caratteristiche:

  • durata massima 5 anni;
  • importo compreso tra 20.000 euro e 4 milioni di euro;
  • utilizzato interamente per coprire gli investimenti ammissibili.

Oltre alla previsione di nuovi fondi, la Legge di Bilancio 2020 porta due grandi novità per la misura beni strumentali:

  • si stabilisce una maggiorazione del contributo statale per investimenti Industria 4.0 pari al 100% per gli investimenti realizzati dalle micro e piccole imprese nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, nel limite complessivo di 60 milioni di euro a valere sulle risorse autorizzate;
  • si istituisce una riserva pari al 25% delle risorse autorizzate destinata alle micro, piccole e medie imprese a fronte dell’acquisto, o anche leasing finanziario, di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, a basso impatto ambientale.

Con tale misura pertanto è possibile ottenere un finanziamento a condizioni estremamente vantaggiose ed inoltre è possibile richiedere contestualmente l’assistenza del Fondo di garanzia per le PMI, qualora il rating aziendale non fosse idoneo a consentire l’accesso diretto al credito.

NDR: Questa misura puo’ essere sommata al “Credito d’imposta per il mezzogiorno“, ancora per quest’anno al 45% per le imprese delle zone convergenza, tra cui la Campania.

Un vantaggio enorme per le imprese, una opportunita’ da non perdere

Non risparmiare sui prodotti,
risparmia sull’energia
Contatto diretto:
Geos Energia
Giovanni Torre
349-0797-155
info@geosenergia.it

Oppure compila questo form

Ragione Sociale / Nome e Cognome

La tua email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Località

Interessato a:

Attivita' lavorativa o codice Ateco (solo per impianto aziendale)

Il tuo messaggio

© 2017 Geosenergia